Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Mercoledì 13 Novembre 2019
Salta i link dei menu
Solo testo - Grafica
     Mappa del sito
Home Frecce Notizie

L'Informale in Piemonte. Arte, costume e società negli Anni Cinquanta

Autore: Amministratore.
Data prima pubblicazione: Mercoledì, 03 Giugno 2015, Ore: 10:04:42
Data ultima modifica: Mercoledì, 03 Giugno 2015, Ore: 10:10:09
Descrizione:
Locandina evento
Un’indagine a cavallo di un periodo – gli anni Cinquanta – che va, approssimativamente, dal 1948 al 1962, ovvero, un periodo compreso tra le due Biennali di Venezia, quella del '48, la prima dopo la guerra, e quella del '62, dopo la quale la Pop Art diventa protagonista indiscussa.
E’ “L’Informale in Piemonte. Arte, costume e società negli Anni Cinquanta”, mostra curata dall’architetto e studioso Adolfo Francesco Carozzi, in programma presso la Galleria Carlo Carrà di Palazzo Guasco, in via Guasco 49, ad Alessandria, dall’11 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011. Promossa dalla Provincia di Alessandria – Vicepresidenza e Assessorato alla Cultura, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, l’esposizione sarà inaugurata venerdì 10 dicembre, alle ore 18.00.
La mostra propone lo spaccato di una società – la Torino del dopoguerra – che diventa centro propulsore d’arte e vivacità culturale, tenendo a battesimo artisti che risentono della ventata in arrivo dall’America di Pollock. L’indagine svolta si propone di ritessere i fili di quella società culturale, che, sotto la spinta di un movimento a dir poco scioccante cone fu quello Informale in arte, produsse un nuovo design, un nuovo cinema, una nuova fotografia, una nuova architettura, una nuova grafica, una nuova urbanistica.
“Siamo lieti di poter ospitare nella Galleria Carlo Carrà di Palazzo Guasco una mostra che pone la lente di ingrandimento sulla cultura artistica piemontese, mai troppo indagata. L’esposizione – un percorso di originale e squisita ricerca, a cura di un massimo esperto dell’Informale, Adolfo Francesco Carozzi, consta di opere provenienti da diverse collezioni sia private che museali, opere fondamentali di quella rivoluzione artistica che finì per travolgere una scena già in mutamento: nella politica, nel costume, nella cultura e nella società tutta.


L’ingresso è libero.
Durata mostra: dall’11 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011
Orari: da mercoledì a domenica 16.30/19.30
Chiuso il 26 e il 31 dicembre

Info: Provincia di Alessandria
Assessorato Cultura 0131 304004/06
Galleria Carlo Carrà di Palazzo Guasco 0131 304026

Prenotazioni per gruppi e scuole
STARTAL, Alessandria
346 5772494; 0131 264306
Documenti
Icona zip Catalogo (file zip 0.28 kb scaricato 11 volte)