Ultimi articoli


Notice: Undefined property: JCategoryNode::$link in /mnt/san/html/protezionecivile/plugins/content/fb_tw_plus1/fb_tw_plus1.php on line 269

SERVIZIO CIVILE PRESSO LA PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

"LA PROTEZIONE CIVILE E I SOCIAL NETWORK"

 

I MODULI DI ADESIONE SONO SCARICABILI AL SEGUENTE INDIRIZZO:

http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/politiche-sociali/servizio-civile-volontariato/bando-maggio-2017

 

 

 

VOLANTINO SERVIZIO CIVILE

Sottocategorie

Il Volontariato

Il volontariato di Protezione Civile in Provincia di Alessandria è capillarmente presente sull’intero territorio.

A partire dal 1994, anno del tremendo alluvione che ha colpito la nostra Regione,  ad oggi si è registrato un notevole incremento del numero di Associazioni e Gruppi Comunali attivi nel “sistema” protezione civile, ma il dato più interessante riguarda la formazione che il personale volontario  nel corso di questi anni ha compiuto seguendo specifici percorsi formativi che la Provincia di Alessandria, in collaborazione con il Polo Formativo didattico “Emilia Rossi”, ha offerto al volontariato di protezione civile e ambientale.

Il volontariato  si è sviluppato, ed ha migliorato le proprie potenzialità al fine di operare negli interventi con professionalità  e con la consapevolezza di far parte integrante del sistema pubblico come “struttura operativa nazionale”.

L’attività di formazione ha permesso alle varie Associazioni, Organizzazioni e Gruppi Comunali di crescere e di specializzarsi nei vari settori, con l’acquisizione di quelle professionalità indispensabili per l’ottimale riuscita degli interventi, sia attraverso momenti esercitativi specifici, sia con la partecipazione alle emergenze reali occorse in ambito locale, nazionale o internazionale.

Oltre all’attività operativa svolta nei momenti di criticità (soccorso e superamento dell’emergenza) non va comunque trascurato il ruolo del volontariato nelle fasi di previsione e prevenzione, quale strumento di supporto alle amministrazioni locali.

In data 6 marzo 2002, con  oggetto "Istituzione Comitato di Coordinamento delle Associazioni-Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile e Ambientale della Provincia di Alessandria-Approvazione Regolamento", la Provincia di Alessandria, deliberava di approvare l'istituzione del Comitato di Coordinamento secondo le modalità previste dal Regolamento.

Le associazioni/organizzazioni censite sul territorio provincialge possono essere pertanto suddivise nelle seguenti categorie:

·        Associazioni di secondo livello;

·        Associazioni di volontariato di Protezione Civile;

·        Gruppi comunali/intercomunali di Protezione Civile 

 

 

 

 

Programmazione e Pianificazione

L'attività di previsione e prevenzione è basata sulla programmazione e pianificazione  ed assume un ruolo strategico nel sistema di protezione civile.

Tale attività comprende:

a) l'analisi storica degli eventi ricorrenti sul territorio;
b) l'individuazione degli scenari di rischio;
c) l'attivazione di programmi di mitigazione;
d) l'informazione;
e) la predisposizione e l'utilizzo di sistemi previsionali.

In ambito provinciale, si attua attraverso la predisposizione e la realizzazione di studi inerenti la prevenzione dei rischi su territorio provinciale, anche mediante la partecipazione a progetti europei, la redazione ed il costante aggiornamento del Programma e del Piano Provinciale di Protezione Civile.

Il Servizio Protezione Civile fornisce inoltre consulenza tecnica a Comuni, singoli ed associati  per la redazione e l’attuazione di Piani comunali e intercomunali di Protezione Civile ed in caso di evento critico, provvede a:

a) l’attivazione dei C.O.M. della zona interessata dall’evento su disposizione dell’ Ufficio territoriale di Governo (Prefettura ;

b) l’interscambio di informazioni con Prefettura, Regione, Dipartimento Protezione Civile (in caso di eventi di estese proporzioni) ed Enti Terzi interessati;

c) l’apertura della Sala Operativa di Monitoraggio Provinciale;

d) la raccolta e la gestione dei dati inviata dai C.O.M. e/o dai Comuni interessati.

La fase preventiva viene attuata essenzialmente attraverso l’attività di monitoraggio, prevista nell’organizzazione del sistema di protezione civile regionale e provvede principalmente al controllo degli eventi naturali legati al rischio idrogeologico, la cui evoluzione possa generare situazioni critiche.

La rete di monitoraggio si avvale di specifici strumenti tecnici di rilevazione, strategicamente collocati da Enti diversi ed i dati relativi vengono diffusi dal Centro Funzionale di Arpa Piemonte. 

Attachments:
Download this file (Rete dei Centri funzionali.doc)Rete dei Centri funzionali.doc[ ]21 kB

Esercitazioni

L’esercitazione di protezione civile è un importante strumento di prevenzione e di verifica dei piani di emergenza, con l’obiettivo di testare il modello di intervento, di aggiornare le conoscenze del territorio e l’adeguatezza delle risorse.
Ha inoltre lo scopo di preparare i soggetti interessati alla gestione delle emergenza e la popolazione, ai corretti comportamenti da adottare.

Esercitazioni di Protezione Civile e prove di soccorso
Il Settore protezione civile della Regione Piemonte, sulla base della bozza di circolare del D.P.C, (allegato 1) emanata per disciplinare le modalità con le quali predisporre attività esercitative, ha ritenuto utile, per garantire una uniformità sull’intero territorio regionale predisporre delle linee guida di supporto e di riferimento per la programmazione, l’organizzazione e lo svolgimento delle attività addestrative.
Le attività addestrative vengono classificate in “esercitazioni di protezione civile” e “prove di soccorso” . In questa sede vengono trattati i lineamenti delle esercitazioni di protezione civile.
Le “esercitazioni di protezione civile”:
Le esercitazioni di protezione civile possono interessare due tipi di ambito:
a) Nazionale: programmate ed organizzate dal Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni o le Province Autonome sul cui territorio se ne prevede lo svolgimento. Durante la fase di programmazione, mediante il concorso delle componenti e delle strutture operative appartenenti al Servizio nazionale della protezione civile vengono definititi obiettivi e modalità di svolgimento;
b) Regionale o locale: promosse, programmate ed organizzate dalle Regioni o Province Autonome, dalle Prefetture - Uffici Territoriali del Governo, dagli enti locali o da qualunque altra Amministrazione del Servizio nazionale di protezione civile.


OBIETTIVI
Le esercitazioni di protezione civile hanno lo scopo di verificare quanto riportato nella corrispondente pianificazione di emergenza, laddove già predisposta, ovvero verificare la validità dei modelli organizzativi e di intervento da approntare anche sulla base di quanto indicato nei regolamenti regionali, anche ai fini di una successiva pianificazione di emergenza…………….”.

“…………….. I sopraelencati argomenti dovranno essere sviluppati in un apposito documento di impianto che deve essere condiviso tra tutte le amministrazioni che partecipano all’attività esercitativi………………………….”.

VINCOLI
Nel caso di esercitazioni di protezione civile di livello regionale o locale, le Componenti e le Strutture Operative, ivi comprese le Organizzazioni di Volontariato di protezione civile inserite nell’elenco regionale e/o nazionale, che intendono usufruire dei benefici in argomento, per le quali rimangono ferme le ulteriori disposizioni procedurali recate dal DPR 194/2001, debbono trasmettere, per il tramite dell’ente proponente (Prefetture-Uffici Territoriali del Governo, Regioni o Province Autonome, Province, Comuni), le proposte delle attività addestrative a questo Dipartimento almeno sei mesi prima della data di svolgimento delle stesse.

INDICAZIONI PER AVVIARE UNA ESERCITAZIONE:
1.Le esercitazioni devono essere programmate (allegato 2) si veda quanto specificato sopra,
1.1.con richiesta benefici di legge per il volontariato,
1.2.senza richieste di benefici di legge per il volontariato,
2.per la richiesta di partecipazione o concorso della protezione civile della Regione è necessario:
2.1.compilare il modulo di informativo/richiesta per la partecipazione o il concorso (allegato 3 e tabella 1 ),
presentare, se necessario, dopo l’accettazione dell’adesione della Regione, il documento d’impianto (allegato 4), redatto secondo le modalità di cui alla tabella 2 .

 

Formazione ed informazione

La Provincia di Alessandria a partire dall’anno 1998, nel rispetto della normative regionali, ha avviato un percorso finalizzato alla formazione del volontariato di Protezione Civile e per la valorizzazione del medesimo e di quello ambientale, attività sostenuta anche dalla Legge Regionale nr. 7 del 14/04/2003.

L’attività di formazione è stata promossa attraverso specifici corsi, rivolti alle componenti del sistema di protezione civile, avvalendosi in relazione alle necessità formative, di esperti, istituti e centri specializzati, agenzie formative dotate di specifica competenza.

In particolare il servizio di Formazione di Protezione Civile ha indirizzato la propria attività su quattro assi prioritari  che prevedono la realizzazione di percorsi formativi diretti ai seguenti soggetti:

1.      Formazione di base dei gruppi comunali/intercomunali di Protezione Civile.

2.      Formazione delle Associazioni/Organizzazioni di Volontariato impegnate nel sistema Protezione Civile;

3.      Formazione dei dipendenti degli Enti terzi impegnati nel sistema Protezione Civile (comuni, comunità montane, comunità collinari, unione di comuni);

4.      Informazione/formazione scolastica;

5.      Formazione interna dei dipendenti della Provincia inseriti nel “sistema” Protezione Civile.


Tale iniziativa ha lo scopo di informare e formare tutti i soggetti impegnati nel sistema Protezione Civile a seconda delle competenze, con l’obiettivo di rendere omogeneo il livello di conoscenza sulle tematiche dei rischi presenti sul territorio, i sistemi di previsione e prevenzione, i dispositivi di legge, i processi di pianificazione dell’emergenza e gestione del territorio, le procedure di intervento.

INFORMAZIONE / FORMAZIONE SCOLASTICA

Il servizio di Formazione prevede la realizzazione di percorsi formativi diretti sia al corpo docente e non docente, sia agli allievi delle scuole di ogni ordine e grado sull’intero territorio provinciale, finalizzati all’introduzione ed alla conoscenza delle tematiche relative alla Protezione Civile.

 Tale iniziativa rientra a pieno titolo nelle attività di informazione e formazione della popolazione sui rischi, nonché sulle problematiche legate al territorio, con la creazione di una coscienza ed una cultura sul rischio e dei processi di pianificazione dell’emergenza e gestione del territorio.

INFORMAZIONE / PORTALE PROVINCIALE DI PROTEZIONE CIVILE

Il portale di Protezione Civile della Provincia di Alessandria è stato recentemente aggiornato e nuovamente inserito anche nel sito istituzionale della Provincia.
Le principali novità contenute riguardano:
•  il programma dei Corsi ;
•  il Programma Provinciale di Protezione Civile, recentemente aggiornato;
•  una guida molto esauriente per la redazione dei Piani comunali/intercomunali.
I lavori di aggiornamento del sito sono tuttora in corso  

La Provincia di Alessandria è dotata di una Sala Operativa e di Monitoraggio Provinciale, ubicata nello stabile di via Galimberti 2a, secondo piano, presso il Servizio Protezione Civile.

L’accesso alla Sala Provinciale è riservato esclusivamente al personale del Servizio Protezione Civile, al personale in turno di reperibilità o a personale specificatamente autorizzato; l’apertura della Sala avviene all’attivazione della stessa, utilizzando il controllo di accesso elettronico con badge.

La Sala Operativa è attivata dal Dirigente di Direzione o suo delegato per lo svolgimento delle seguenti attività:

>      per il monitoraggio dei dati territoriali di competenza del Servizio Protezione Civile

>    per il coordinamento dei Centri Operativi Misti (C.O.M.), di concerto con la Prefettura di Alessandria – Ufficio Territoriale di Governo diffusi sul territorio nelle seguenti fasi:

·        Attenzione

·        Preallarme

·        Allarme

·        Emergenza

·        Superamento dell’emergenza

>       per il coordinamento delle attività di cui all’art. 2 comma 1, lettera b) della Legge 24 febbraio 1992, n. 225;

La Sala Operativa è dotata di 9 postazioni di lavoro, una riservata al Responsabile di Sala, le rimanenti, modulabili, sono riservate generalmente agli operatori di Protezione Civile ed ai funzionari che concorrono a gestire situazioni di criticità sul territorio.

All’interno della Sala Operativa si accede alla Sala Telecomunicazioni (Sala TLC) ove sono presenti postazioni radio per la comunicazione attraverso il sistema EmercomNET e la Rete Radio Provinciale.

Sono presenti 15 linee telefoniche interne, 7 linee telefoniche dirette esterne, una linea fax, una linea satellitare e dotazioni informatiche aggiuntive, oltre ad uno schermo da 47” e stampanti laser collegate in rete e in locale.

Nell’area fax è disponibile cartografia di tutto il territorio provinciale a varie scale di dettaglio, della Regione Piemonte e della limitrofa Regione Liguria

L’informazione sui temi della Protezione Civile nelle fasi di previsione,prevenzione e gestione delle emergenze risulta sempre più fondamentali, sia per creare una cultura sul tema della sicurezza, sia per stimolare una maggiore resilienza nella popolazione, si è intrapreso da qualche anno la strada di utilizzare anche i piu diffusi social media e i social network per fare informazione/formazione.
A tal fine sono stati aperti profili e pagine su facebook, twitter e google+.  Per la realizzazione di tali profili/pagine e per la loro gestione consapevole è stato creato un apposito Social Media Team composto da dipendenti dell’Ente e da Volontari.
Social media policy, esterne ed interne sono state studiate, realizzate ed approvate, ed oggi su queste policy si sviluppa tutto il lavoro del #SocialMediaTeam. (le policy con gli utenti sono allegate ad ogni profilo e su questa pagina web)
Preso atto che questo sistema informativo ha avuto un notevole riscontro si è ritenuto necessario disporre di ulteriori risorse umane, utilizzando anche il volontariato specializzato in protezione civile e certificato dalla Provincia di Alessandria, che è stato  individuato come Reporter Volontario Digitale specifico per l’emergency management.
Il Reporter Volontario Digitale specifico per l’emergency management  si mette al servizio della comunità locale, gratuitamente, fornendo le proprie conoscenze sui socialnetwork, divenendone di fatto una “sentinella” della protezione civile sul territorio provinciale.
La Provincia di Alessandria ne coordina le attività e ne valorizza il ruolo,  sui social media e network istituzionali;
Il #SocialMediaTeam@PCProAL è  composto dal personale della Provincia di Alessandria - Servizio Protezione Civile e dal personale volontario che ha conseguito i debiti requisiti con la formazione specialistica.