Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 435365
dal 05/06/2007

ANELLO BORBERA - SPINTI TAPPA 03 (MOLO BORBERA - FORCELLA SUD MONTE BARILLARO)

200

Zona
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera

Icona immagine Visualizza la mappa (file jpg 5.45 Mb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 9.74 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 10.28 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 46.36 kb)

Il sentiero 200 (ABS Anello Borbera – Spinti) è un itinerario di lunga percorrenza che ha come punto di partenza Stazzano e, con un percorso pressoché circolare, ricalca i confini delle valli Borbera e Spinti, raggiungendo Arquata Scrivia.
L’itinerario completo ha uno sviluppo di circa 100 chilometri, attraversa territori incontaminati e tocca le principali cime del nostro Appennino,  ponendosi come uno dei percorsi più significativi per gli amanti dell’escursionismo.
In considerazione della notevole lunghezza, il percorso è stato suddiviso in 11 tappe:
1.  Stazzano - Cà del Bello
2.  Cà del Bello - Molo Borbera
3.  Molo Borbera - Forcella sud Monte Barillaro
4.  Forcella sud Monte Barillaro - Monte Giarolo
5.  Monte Giarolo - Capanne di Cosola
6.  Capanne di Cosola - Capanne di Carrega
7.  Capanne di Carrega - Monte Antola
8.  Monte Antola - San Fermo
9.  San Fermo - Costa Salata Mongiardino
10. Costa Salata Mongiardino - Borassi
11. Borassi - Arquata Scrivia.

La parte che va da Molo Borbera alla Forcella sud del Barillaro è caratterizzata da un primo tratto che offre belle vedute panoramiche sulla bassa Val Borbera e da una seconda parte che si snoda  nei fitti boschi dell’Appennino.
 
Si risale la provinciale della Val Borbera SP 140 fino al km. 8,300 e poi si svolta a sinistra sulla SP 120 (direzione Garbagna), che si percorre per circa 2 km., fino ad arrivare alla frazione di Molo Borbera, dove si parcheggia nel piccolo piazzale.
 
 
Il percorso ha inizio nell’abitato di Molo Borbera (mt. 332), all’altezza dell’incrocio principale, ove è presente la segnaletica Cai e la bacheca dei sentieri della zona. Si svolta in Via Marconi e subito si incontra una piccola fontanella dove ci si può rifornire di acqua; il percorso svolta a sinistra, sempre su asfalto, ma conviene prima fare una piccola deviazione per osservare le antiche abitazioni in pietra e la chiesa del paese.
Tornati sul percorso si prosegue su asfalto per circa 1 km., apprezzando gli scorci panoramici sulla zone circostante, fino a giungere alla cappelletta della S.S. Trinità (mt. 420), nei pressi della località Castello, dominata dall’imponente torre.
Nei pressi della cappelletta si svolta a sinistra, lasciando sulla destra il bivio del sentiero 207, che porta alla frazione di Persi.
Dopo aver svoltato a sinistra si prosegue per circa 200 metri su carrozzabile sterrata fino ad un bivio, dove si tiene la sinistra per incominciare a risalire sul versante in un ambiente molto caratteristico dominato dal profumo degli arbusti di ginestra (Spartium junceum), ligustro (Ligustrum vulgaris) e caprifoglio (Lonicera caprifolium).
Il sentiero, in continua ascesa, prosegue alternando tratti nel bosco a tratti più aperti con viste panoramiche e dopo aver superato due aree a prato bisogna prestare bene attenzione alla segnaletica, perché il percorso devia dalla mulattiera e piega a destra, inoltrandosi in un fitto bosco di castagno (Castanea sativa).
La salita continua nel castagneto e giunge in un punto in cui “scavalca” un sentiero minore e prosegue diritto nel bosco; in questo tratto bisogna fare particolare attenzione alla segnaletica, perché all’improvviso si presenta una deviazione sulla sinistra che si stacca dal sentiero principale.
Il sentiero si snoda in piano sul versante fino a giungere all’incrocio con una mulattiera, dove si prende a sinistra, e poco dopo si incrocia una larga carrareccia dove si gira decisamente a destra con un secco tornante, ricominciando a salire, a tratti con pendenza rilevante.
Dopo aver superato un ulteriore bivio, si prosegue diritti fino ad arrivare ad una sella panoramica sulla Val Borbera, si prosegue diritti in un bell’ambiente dominato dalla roverella (Quercus pubescens) e dalla ginestra, fino a giungere alla forcella sud del Monte Barillaro (760 mt), dove si incrocia il sentiero 208 (Strette di Pertuso – Monte Barillaro) e dalla quale si apprezza una bella veduta panoramica.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
3,90 km

Tempo
1 Ora 45 Minuti


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 377.26 kb)

Allegato 1: La partenza a Molo Borbera (mt. 332)
La partenza a Molo Borbera (mt. 332)

Allegato 2: Uno scorcio del paese
Uno scorcio del paese

Allegato 3: L’abside della parrocchiale
L’abside della parrocchiale

Allegato 4: Antiche costruzioni in pietra
Antiche costruzioni in pietra

Allegato 5: La chiesetta di Molo
La chiesetta di Molo

Allegato 6: La torre in località Castello
La torre in località Castello

Allegato 7: La cappelletta della Santissima Trinità
La cappelletta della Santissima Trinità

Allegato 8: Veduta panoramica verso Sorli
Veduta panoramica verso Sorli

Allegato 9: Il castagneto
Il castagneto

Allegato 10: Verso la meta
Verso la meta

Allegato 11: La forcella sud e il Monte Barillaro
La forcella sud e il Monte Barillaro

Allegato 12: Panorama dalla forcella sud (mt. 760)
Panorama dalla forcella sud (mt. 760)