Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 514401
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO CAMPASSI - CASONI DI BERGA

246

Zona
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 245.6 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 8.13 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 4.46 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 16.68 kb)

 Si risale la provinciale SP140 della Val Borbera fino al km 27,400, poi si imbocca la SP147 in direzione di Carrega Ligure; dopo circa 3,5 km. si prende la strada comunale sulla destra in direzione di Agneto: superata questa frazione si passa il ponticello sul rio Agnellasca e si risale poi fino ad incontrare un bivio al quale si tiene la sinistra, raggiungendo il nucleo di Campassi, ove si posteggia l’auto. 
Il sentiero parte in corrispondenza della chiesa del paese di Campassi, l’Abbazia di San Giacomo, antico monastero che conserva affreschi del 1700, affiancata dal piccolo cimitero della frazione; qui transita anche il sentiero 245 (Vegni – Sella est del Monte Antola). Dalla bella piazzetta si gira a destra e si risale verso la strada comunale; dopo aver attraversato la strada asfaltata si prosegue in salita su un viottolo con fondo in cemento che arriva all’altezza di una fontana, ove bisogna tenere la sinistra.
Si risale il versante boscato tra esemplari di acero di monte (Acer pseudoplatanus) e nocciolo (Corylus avellana) seguendo l’antica mulattiera, poi con un secco tornante si svolta a destra e si supera il bivio con la variante 246A, la quale invece svolta a sinistra e conduce in circa 800 metri al paese di Croso.
Il sentiero 246 prosegue in salita costeggiando gli antichi muretti a secco ricoperti di muschio, caratteristici di questa valle e costruiti in passato per creare i terrazzamenti necessari alle coltivazioni di grano, meliga e patate.
A circa metà del percorso si oltrepassa una sbarra e si prosegue con saliscendi in un ombroso bosco di faggio (Fagus sylvatica), superando un tratto invaso dalla risulta di un taglio boschivo; in breve si giunge all’incrocio con il sentiero 250, in località Casoni di Berga, dove sorgono i ruderi di un antico monastero dei frati che diedero origine al paese di Berga nel lontano anno 1253.  



Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
1,67 km

Tempo
0 Ore 45 Minuti

Allegato 1: Le borgate di Croso e Campassi
Le borgate di Croso e Campassi

Allegato 2: Scorcio di Campassi
Scorcio di Campassi

Allegato 3: La piazzetta davanti alla chiesa
La piazzetta davanti alla chiesa

Allegato 4: Un tratto del percorso
Un tratto del percorso

Allegato 5: Fontana sul sentiero
Fontana sul sentiero

Allegato 6: La valle dei Campassi
La valle dei Campassi

Allegato 7: Passaggio nella faggeta
Passaggio nella faggeta

Allegato 8: Antico muretto in pietra
Antico muretto in pietra

Allegato 9: Paesaggio verso San Fermo
Paesaggio verso San Fermo

Allegato 10: Particolare dei ruderi di Casoni di Berga
Particolare dei ruderi di Casoni di Berga