Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 525704
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO ANELLO DI SAN LUCA

559

Zona
Settore 5 - Acqui Terme e le sue valli

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 275.12 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 8.33 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 24.52 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 112.3 kb)

 Da Molare si percorre la SP 205 fino al km 1+ 500,  in direzione Cassinelle-Olbicella, quindi al successivo incrocio si svolta a sinistra per San Luca – Olbicella, si prosegue sulla SP 207 e all’altezza del km 5 + 800 si prende sulla destra la strada comunale che conduce in 2 km alla frazione di San Luca, dove si parcheggia nei pressi della chiesa e delle Pro Loco.
San Luca, piccola frazione di Molare, è posta a circa 500 mt. s.l.m., immersa nel verde dell’Alta Valle Orba, al confine con la regione Liguria e il suo fulcro è rappresentato dall’antica chiesetta, intorno alla quale sono sorte negli anni una serie di case e cascinali sparsi; nel piccolo centro è localizzata un’attiva Pro Loco (approfondimenti storici su questa antica frazione si possono trovare su  www.molare.net/valle_orba/valle_orba_san_luca.html ).

Dalla sede della Pro Loco il percorso imbocca la comoda carrozzabile sterrata che porta a località Città e, mantenendo la destra, oltrepassa la proprietà di case Ruta e svolta ancora a destra per immettersi su un sentiero, che incomincia a risalire leggermente all’interno di un bosco di pino marittimo (Pinus pinaster) associato al sorbo montano (Sorbus aria) e all’orniello (Fraxinus ornus) e caratterizzato da un ricco sottobosco di erica (Erica arborea). Dopo aver superato un piccolo impluvio, il sentiero prosegue sul nuovo versante, finché raggiunge il crinale e poi continua verso nord per portarsi alle pendici del Monte Ratto (mt. 685), la cima più elevata del territorio comunale di Molare.
Procedendo in leggera discesa, il percorso si aggancia ad una comoda mulattiera e, svoltando a destra, prosegue verso le prime abitazioni di Case Cappelletta, dove incrocia la strada comunale. Il percorso segue un breve tratto asfaltato caratterizzato dalla presenza di un affioramento roccioso a carattere fossilifero e dalla vista panoramica sul paese di Cassinelle e dopo 200 mt circa, abbandona la strada comunale per  svoltare a destra ed incominciare a scendere nuovamente lungo il versante boscato.
Raggiunto il fondovalle, il percorso supera un impluvio grazie ad una passerella in legno, giunge in località Bancarelle, ove sorgono i ruderi dell’omonima cascina, luogo caratterizzato da un fitto bosco umido, e poi incomincia a risalire attraversando una luminosa pineta.
Giunto ad un incrocio con una carrozzabile inghiaiata, il percorso svolta a sinistra e prosegue in un piacevole ambiente posto su un piccolo crinale boscato tra due impluvi minori, fino a transitare nei pressi del cimitero di San Luca (in questo punto è possibile rientrare alla frazione, dimezzando il percorso).
L’itinerario incomincia a scendere di quota, ricalcando dapprima la carrozzabile sterrata e poi un sentiero dal fondo sconnesso a causa dell’erosione della pioggia, fino ad arrivare al nucleo abitato di Case dello Zoppo; il sentiero costeggia le abitazioni e, tenendo la sinistra, transita nei pressi di un maestoso esemplare di olmo campestre (Ulmus minor), scende lungo il versante, immerso tra i cespugli di erica, fino ad incrociare la strada comunale in corrispondenza della  casa Miralago.
Dopo un breve tratto di asfalto, il percorso continua a seguire la carrozzabile sterrata che scende verso località Cascinette ed infine giunge sul fondovalle in corrispondenza di una locale in fase di ristrutturazione. Il sentiero giunge quindi sulle sponde del lago di Ortiglieto e continua sulla strada provinciale 209 che sovrasta il lago, supera il ponticello in corrispondenza di un cippo dedicato ai partigiani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale e, all’altezza del km 9 svolta a destra abbandonando l’asfalto in corrispondenza del tornante.
Il sentiero risale deciso sul versante e si immerge nel bosco di castagno (Castanea sativa), che in passato rappresentava una risorsa molto importante per gli abitanti del posto, oggi, non più gestito, evolve naturalmente.
Il percorso giunge in località Pineta, dove il fondo diventa inghiaiato, costeggia Case Rotte e ritorna in località Città, chiudendo l’itinerario ad anello nei pressi della chiesa di San Luca.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
11,01 km

Tempo
3 Ore 30 Minuti


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 1.14 Mb)

Allegato 1: La sede della Pro loco
La sede della Pro loco

Allegato 2: Il primo tratto del sentiero
Il primo tratto del sentiero

Allegato 3: Il crinale
Il crinale

Allegato 4: I colori della primavera
I colori della primavera

Allegato 5: Affioramento roccioso
Affioramento roccioso

Allegato 6: Panorama verso Cassinelle
Panorama verso Cassinelle

Allegato 7: Arrivo a Casa dello Zoppo
Arrivo a Casa dello Zoppo

Allegato 8: L’olmo centenario
L’olmo centenario

Allegato 9: Paesaggio primaverile
Paesaggio primaverile

Allegato 10: Scorcio del lago di Ortiglieto
Scorcio del lago di Ortiglieto

Allegato 11: Il cippo in memoria dei partigiani
Il cippo in memoria dei partigiani

Allegato 12: Località Pineta
Località Pineta

Allegato 13: L’ultimo tratto del percorso
L’ultimo tratto del percorso

Allegato 14: La chiesa di San Luca
La chiesa di San Luca