Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 502792
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO LA MONTA' DI BOGINO (VOLPEDO)

150

Zona
Settore 1 - Tortona e la Val Curone

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 425.12 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 8.76 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 13.88 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 62.43 kb)

Si risale la provinciale SP100 della Val Curone fino al paese di Volpedo, borgo dalla antica storia, testimoniata dalla Pieve che sorge ai margini del centro abitato e dalle tracce delle poderose mura che lo cingevano.
Il paese, oggi rinomato per i prodotti ortofrutticoli, diede i natali al pittore Giuseppe Pellizza (1868 – 1907); l’Associazione “Pellizza da Volpedo”, nell’ambito di un progetto di valorizzazione dei luoghi legati alla vita e alle opere del pittore, ha realizzato il Comprensorio Escursionistico denominato “I Percorsi Pellizziani”, che si snoda sul territorio dei comuni di Volpedo, Monleale, Montemarzino e Berzano di Tortona e comprende i seguenti sentieri:
- 150 “La Montà di Bogino”
- 152 “Il sentiero del Sole”
- 153 “Anello del Monte Brienzone”
- 154 “Intorno al Poggio di Monleale”.
 
Sul tracciato del sentiero 150 sono stati collocati diversi pannelli illustrativi che riportano riproduzioni di alcune opere dell’artista, collocate nei punti esatti dove furono realizzate.
 
(per maggiori informazioni www.pellizza.it ).
 
Il percorso parte dalla piazzetta Quarto Stato, dove l’artista dipinse la sua opera più famosa, prende Strada Nuova che scorre incassata a lato del Palazzo Signorile, sbuca in Piazza Perino nei pressi del vecchio Mercato della Frutta e prosegue in via Mazzini.
Superato l’edificio scolastico, l’itinerario giunge ad un bivio dove prende a sinistra in direzione Pozzol Groppo, per poi svoltare a destra in via Cassanini; lasciate le ultime abitazioni il percorso segue la strada campestre, dove sono presenti altri pannelli illustrativi e poco dopo lascia la carrareccia, prendendo a sinistra e giungendo alla “Montà di Bogino”, una breve rampa in salita raffigurata da Pellizza in una delle sue opere, che dà il nome al sentiero.
Al termine della salita il percorso segue la stradina sterrata (fangosa nei periodi di pioggia) che piega sulla destra snodandosi tra i vigneti e offre splendide vedute panoramiche sulle colline circostanti, con il castello di Nazzano che domina la Valle Staffora.
Giunto nei pressi della frazione Cà Barbieri il sentiero svolta a destra, seguendo la strada campestre dalla quale è ben visibile il Monte Brienzone o Poggio di Volpedo, il punto più elevato del territorio comunale.
Il percorso aggira la località Cascinetta e, al termine della recinzione di una abitazione, lascia l’asfalto e svolta a destra su una strada campestre che con un ampio tornante conduce alla abbandonata cascina Boffalora, nei cui pressi sorge una quercia di imponenti dimensioni.
Superata la cascina, il sentiero scende repentinamente di quota attraversando un’area boscata e sbuca su una strada asfaltata dove gira a sinistra: oltrepassati i campi coltivati il percorso arriva alla periferia del paese dove, nei pressi delle scuole, si riaggancia all’itinerario dell’andata per tornare alla piazzetta del Quarto Stato; a breve distanza da quest’ultima è possibile ammirare la millenaria Pieve Romanica di San Pietro Apostolo.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
5,77 km

Tempo
2 Ore


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 3.32 Mb)

Allegato 1: La piazzetta del Quarto Stato
La piazzetta del Quarto Stato

Allegato 2: Scorcio della piazza con la riproduzione del dipinto
Scorcio della piazza con la riproduzione del dipinto

Allegato 3: Strada Nuova
Strada Nuova

Allegato 4: Il bivio per Pozzol Groppo
Il bivio per Pozzol Groppo

Allegato 5: La svolta in via Cassanini
La svolta in via Cassanini

Allegato 6: La carrareccia tra campi e frutteti
La carrareccia tra campi e frutteti

Allegato 7: La Montà di Bogino
La Montà di Bogino

Allegato 8: Verso Cà Barbieri
Verso Cà Barbieri

Allegato 9: Panorama dal sentiero
Panorama dal sentiero

Allegato 10: Il percorso nei pressi della Cascinetta
Il percorso nei pressi della Cascinetta

Allegato 11: La cascina Boffalora
La cascina Boffalora

Allegato 12: La quercia secolare
La quercia secolare

Allegato 13: Ritorno a Volpedo
Ritorno a Volpedo

Allegato 14: La Pieve Romanica
La Pieve Romanica