Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 514310
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO DOVA SUPERIORE - BIVIO SENTIERO 200

252

Zona
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 794.83 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 6.54 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 7.57 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 29.77 kb)

Si percorre la SP 140 della Val Borbera fino al paese di Cabella Ligure: superato l’abitato, in corrispondenza del km. 25 si prende la diramazione a destra in direzione di Dova proseguendo sulla stretta strada comunale per circa 8,5 chilometri fino a giungere alla borgata di Dova Superiore, ove si trova la chiesa parrocchiale, nei cui pressi si può parcheggiare l’auto e si trova il palo segnavia che indica l’inizio del sentiero.
 
Il percorso segue la strada comunale per un breve tratto e poi l’abbandona prendendo la mulattiera che si dirama a destra inoltrandosi nei fitti boschi del versante.
Il sentiero si snoda a mezzacosta lungo il versante occidentale della Costa di Dova in quella parte del territorio dove nascono i rii che andranno ad alimentare il torrente Gordenella, affluente del torrente Borbera.
Ben presto il percorso abbandona la mulattiera e in corrispondenza di un impluvio, svolta a sinistra incominciando a salire leggermente di quota, inoltrandosi in un fitto castagneto. Dopo aver attraversato una piccola radura, il percorso giunge al bivio con il sentiero 253, per cui svoltando a destra si scende per raggiungere la frazione di Casalbusone, mentre svoltando a sinistra si prosegue sul sentiero 252.
Il tracciato procede all’interno del bosco, parallelamente alla sovrastante strada comunale che porta al valico di San Fermo; in corrispondenza di un palo della linea elettrica, il sentiero tiene la destra ed è necessario fare ben attenzione ai segnavia a vernice sugli alberi, in quanto non c’è un tracciato ben evidente di fondo e ci sono pochi riferimenti a vista. Il tracciato prosegue a mezzacosta ed infine risale velocemente in pochi metri per giungere alla mulattiera (1073 m), dove incrocia il sentiero 200 (anello ABS).
Svoltando a sinistra si giunge in breve tempo al valico di San Fermo (1175 m) con la sua incantevole chiesetta, bellissimo punto panoramico sulle vallate appenniniche tra la provincia di Alessandria e quella di Genova. Riprendendo l’asfalto, è possibile chiudere il percorso ad anello rientrando a Dova Superiore in circa 3 chilometri.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
2,82 km

Tempo
1 Ora 15 Minuti

Allegato 1: La chiesa di Dova Superiore
La chiesa di Dova Superiore

Allegato 2: L’inizio del percorso
L’inizio del percorso

Allegato 3: La strada comunale
La strada comunale

Allegato 4: L’inizio della mulattiera
L’inizio della mulattiera

Allegato 5: Il sentiero entra nel bosco
Il sentiero entra nel bosco

Allegato 6: Il castagneto
Il castagneto

Allegato 7: Il bivio con il sentiero 253
Il bivio con il sentiero 253

Allegato 8: L’ultimo tratto del percorso
L’ultimo tratto del percorso

Allegato 9: Arrivo sul sentiero 200
Arrivo sul sentiero 200