Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 506564
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO STRETTE DI PERTUSO - M.TE BARILLARO

208

Zona
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera

Icona immagine Visualizza la mappa (file jpg 639.26 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 11.8 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file kml 14.65 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 54.88 kb)

Il sentiero parte alla sinistra della strada provinciale 140 della Val Borbera (al km. 13,400), in località Baracche, (circa 100 metri dopo l'edificio della Casa Cantoniera) a 362 metri s.l.m..

Il percorso sale decisamente con diversi tornanti attraverso un bel bosco composto principalmente da castagno (Castanea sativa) misto a  ciavardello (Sorbus torminalis) e nocciolo (Corylus avellana); salendo di quota la copertura boschiva si fa più rada ed è caratterizzata da roverella (Quercus pubescens), acero di monte  (Acer pseudoplatanus) e acero campestre (Acer campestre),  maggiociondolo (Laburnum anagyroides),  ginepro (Juniperus communis) e il profumatissimo timo (Thymus vulgaris).

Dopo circa un'ora di cammino si giunge alla borgata di Rivarossa (mt. 738), abbandonata a metà degli anni '50; una delle abitazioni è stata strappata al suo inevitabile destino di degrado e trasformata in rifugio per gli escursionisti grazie all'impegno e alla passione dei volontari del CAI di Novi Ligure.

Seguendo il sentiero, a breve distanza dal nucleo di Rivarossa si trova la chiesetta omonima, in ottimo stato di conservazione, dalla quale si gode di una fantastica veduta su tutta l'alta Val Borbera, con le sue cime principali: Giarolo, Ebro, Chiappo, Cavalmurone, Carmo, Antola e, in primo piano, il torrente Borbera che attraversa le strette di Pertuso: è veramente un panorama che lascia incantati!

Oltrepassata la chiesetta, il sentiero si allarga e gira attorno alla vetta del Monte Gavasa (mt. 911), raggiungibile con una breve deviazione, quindi si inoltra in un ambiente caratterizzato da boschi di latifoglie dominati dal castagno. Poco prima di giungere alla meta, sulla destra del sentiero si apre una 'finestra' che mostra ancora una volta uno scorcio paesaggistico che cattura l'attenzione dell'escursionista; proseguendo si giunge al Monte Barillaro (mt. 804), contraddistinto dalla caratteristica formazione rocciosa di questa parte della Val Borbera.



Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
5,20 km

Tempo
2 Ore


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 859.41 kb)

Allegato 1: Inizio del sentiero
Inizio del sentiero

Allegato 2: La chiesetta di Rivarossa
La chiesetta di Rivarossa

Allegato 3: Scorcio della borgata di Rivarossa
Scorcio della borgata di Rivarossa

Allegato 4: Il percorso verso il Monte Gavasa
Il percorso verso il Monte Gavasa

Allegato 5: Veduta panoramica
Veduta panoramica

Allegato 6: Il Rifugio del CAI a Rivarossa
Il Rifugio del CAI a Rivarossa

Allegato 7: Scorcio panoramico
Scorcio panoramico

Allegato 8: Il Monte Barillaro
Il Monte Barillaro

Allegato 9: Tramonto sulla Val Borbera
Tramonto sulla Val Borbera

Allegato 10: Rivarossa e la valle del Rio Avi
Rivarossa e la valle del Rio Avi

Allegato 11: I colori dell’autunno
I colori dell’autunno