Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 514401
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO CAPANNE SUPERIORI - MONTE MORO

411

Zona
Settore 4 - Alto Ovadese

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 535.85 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 9.54 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file KML 9.82 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 33.49 kb)

Attraversato il territorio del Parco “Capanne di Marcarolo” seguendo la strada provinciale SP 165 si oltrepassa la frazione di Capanne, si svolta a sinistra al bivio (direzione Piani di Praglia) e dopo un chilometro si giunge alla Cappella dell’Assunta; si svolta a sinistra e dopo 100 metri si parcheggia nei pressi della cascina Locanda Saliera.

La palina indicatrice posta nei pressi della cascina pone come meta il Lago Badana, il quale è però attualmente in stato di asciutta per lavori di manutenzione; l’itinerario passa per il Monte Moro, qui di seguito proposto come meta dell’escursione.
 
Dopo aver attraversato l’aia della Locanda Saliera, il sentiero ricalca una mulattiera tra due staccionate che in breve si inoltra in un “tunnel” di piante di nocciolo (Corylus avellana); poco dopo la vegetazione si apre e si continua sul sentiero dal fondo sconnesso; il segnavia FIE non è ancora presente, ma il tracciato è ben evidente e non presenta bivi.
Il percorso si snoda in un ambiente aperto caratterizzato da cespugli di sorbo montano (Sorbus aria), rimboschimenti di pino nero (Pinus nigra) e cespugli di brugo (Calluna vulgaris) e dopo aver superato l’impluvio di un piccolo rio continua in leggera ascesa tra le praterie montane.
Si continua a mezzacosta senza incontrare grossi dislivelli sul versante settentrionale del Monte Poggio, attraversando un ambiente aspro e selvaggio dove cespugli e alberelli crescono a fatica tra le rocce, fino a giungere alla sella o colle del Monte Moro (851 mt), posto sullo spartiacque tra i valloni del rio Lischeo e del rio Badana. Qui si trova la palina indicatrice che prevede ancora 50 minuti di cammino per arrivare al lago Badana, come detto ora in secca; proseguendo sul sentiero che piega a sinistra per circa 300 mt. si raggiunge un bivio ove, girando a destra, si risale in breve al Monte Moro (881 mt.), meta del nostro itinerario; dalla sommità si può osservare il tipico paesaggio delle Capanne di Marcarolo, con le cime del Monte Tobbio, del Monte delle Figne e la Costa Lavezzara.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
2,96 km

Tempo
1 Ora

Allegato 1: La Locanda Saliera
La Locanda Saliera

Allegato 2: Il primo tratto del sentiero
Il primo tratto del sentiero

Allegato 3: Passaggio tra i noccioli
Passaggio tra i noccioli

Allegato 4: Un tratto del percorso
Un tratto del percorso

Allegato 5: Il rio
Il rio

Allegato 6: Ambiente roccioso
Ambiente roccioso

Allegato 7: Panorama dal sentiero
Panorama dal sentiero

Allegato 8: La mulattiera
La mulattiera

Allegato 9: Il Colle del Monte Moro (mt. 851)
Il Colle del Monte Moro (mt. 851)

Allegato 10: Salita verso la vetta
Salita verso la vetta

Allegato 11: Veduta dal Monte Moro (mt.881)
Veduta dal Monte Moro (mt.881)