Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano la Provincia di Alessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Logo Rete sentieristica
Provincia di Alessandria, Barra della pagina
Settore 1 - Tortona e la Val Curone
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera
Settore 3 - Basso Ovadese
Settore 4 - Alto Ovadese
Settore 5  -  Acqui Terme e le sue valli
Settore 6  -  Valenza e le sue colline
Settore 7  -  Casale e il Monferrato
Settore 8  -  Alessandria e la pianura
Percorso non vedenti
Itinerari a lunga percorrenza

Bandiera italiana    Bandiera inglese
Sei il visitatore N. 515618
dal 05/06/2007
Ultime news

SENTIERO PAGLIARO INFERIORE - SELLETTA M. CRAVASANA

255

Zona
Settore 2 - Novi Ligure e la Val Borbera

Icona pdf Visualizza la mappa (file pdf 189.74 kb)
Icona immagine Visualizza il profilo altimetrico (file gif 8.76 kb)
Icona Google Earth Visualizza il file di Google Earth (file KML 6.75 kb)
Icona Gps Scarica la traccia per il tuo Gps (file gpx 20.23 kb)

 Risalita la SP 140 della Val Borbera e superato l’abitato di Cantalupo Ligure, si svolta a destra sulla SP 145, attraversando il paese di Rocchetta Ligure e si prosegue fino al km. 2, dove si parcheggia l’auto su una piazzola all’altezza delle prime case della frazione di Pagliaro Inferiore.

 
L’imbocco del sentiero è in corrispondenza del muretto di contenimento della riva destra del Sisola; bisogna oltrepassare il greto sassoso del torrente e arrivare sulla sponda opposta in corrispondenza del segnavia CAI su un giovane pioppo.
Si sale sul versante tra la boscaglia dapprima su uno stretto sentiero e poi su una carrareccia fino ad incontrare il bivio con il sentiero, che scende a sinistra e porta a Pagliaro Superiore; si prosegue rimanendo sulla destra e si continua a salire tra piante di carpino nero (Ostrya carpinifolia), e cespugli di ginepro (Juniperus communis), superando alcuni passaggi tra affioramenti di puddinga su un fondo sassoso un po’ impegnativo, ma molto caratteristico.
Il sentiero si restringe e passa poi su un tratto esposto che in breve porta al bivio con il sentiero 255a, il quale prosegue diritto e porta al Monte Cravasana; il sentiero 255 prevede invece di svoltare a sinistra continuando a risalire sul versante a puddinga (il bivio è difficilmente individuabile, per cui è consigliabile prestare attenzione in questo tratto del percorso).
Si attraversa un tratto tra l’erba alta fino ad arrivare ad entrare in un bosco di castagno (Castanea sativa) e superando alcuni tornanti al suo interno si risale fino a raggiungere la selletta del Monte Cravasana (mt. 815).
In questo punto si incrocia il sentiero 260 che collega Pertuso a Roccaforte Ligure e parte il sentiero 256 che porta alle suggestive borgate abbandonate di Avi.


Difficoltà
Escursionistico

Lunghezza
1,82 km

Tempo
1 Ora 30 Minuti


Icona pdf Scarica il pieghevole (file pdf 931.16 kb)

Allegato 1: L’imbocco del sentiero
L’imbocco del sentiero

Allegato 2: Un tratto del percorso
Un tratto del percorso

Allegato 3: Veduta sulla Valle Sisola
Veduta sulla Valle Sisola

Allegato 4: Passaggio tra affioramenti di puddinga
Passaggio tra affioramenti di puddinga

Allegato 5: Panorama dal sentiero
Panorama dal sentiero

Allegato 6: Il castagneto
Il castagneto

Allegato 7: La Selletta del Monte Cravasana (mt. 815)
La Selletta del Monte Cravasana (mt. 815)